Riser
Il riser è il corpo centrale dell'arco, la parte che si impugna appoggiando la mano sulla "grip" (impugnatura) quando si tira.

Flettenti
I due flettenti sono, come dice il nome stesso, la parte dell'arco che si flette, a cui viene agganciata la corda. Sono costruiti in diversi materiali (legno, carbonio, fibra, ceramica). Sono caratterizzati da due parametri, lunghezza e libraggio (la forza con cui la freccia viene scagliata), che variano e vanno scelti in base alle caratteristiche e alle esigenze dell'arciere che li utilizzerà.

Corda
La corda ha quattro componenti principali:
- la corda stessa: realizzata da un insieme di fili sottili avvolti a spirale;
- i loop: sono le due asole in cui si incastrano le estremità dei flettenti, in genere quello superiore è maggiore di quello inferiore per riconoscere più facilmente il verso della corda;
- il serving: costituito dalla parte rinforzata che si trova nel punto d'appoggio delle dita durante la trazione;
- il punto d'incocco: serve a delimitare in punto in cui la freccia viene inserita durante il tiro, è costituito da due nodi, uno sopra e uno sotto di essa, per evitare che si muova durante la trazione; durante la messa a punto, quando non abbiamo ancora l'esatta posizione, si possono usare anche dei punti metallici che si possono facilmente togliere in caso di necessità.
Dobbiamo anche considerare che variando il numero di fili, avremo un cambiamento sulla risposta dei flettenti durante il tiro:
- con un minor numero di fili, avremo una maggiore velocità di uscita della freccia
- con un maggior numero di fili avremo una minor velocità di uscita della freccia

Punto d'incocco
Il punto d'incocco è un segno di riferimento, fissato sulla corda, che serve a posizionare la cocca della freccia sempre allo stesso punto. Può essere metallico (sconsigliato), oppure costituito da una serie di avvolgimenti e nodi in filo.
La posizione iniziale deve corrispondere a 1/8" sopra i 90° della squadretta e sopra lo spessore della cocca. Gli aggiustamenti si possono fare successivamente in base al tipo di ancoraggio. Il corretto posizionamento del punto d'incocco verrà poi evidenziato dal volo della freccia. Se il volo è pulito e rettilineo, tutto bene, altrimenti se la freccia "cavalcherà", cioè ha EVIDENTI ondeggiamenti sul piano verticale, la posizione del punto d'incocco non è corretta.

Rest
Il rest ha l'unico scopo si sostenere la freccia nella giusta posizione durante la trazione e nella fase iniziale del rilascio, terminata la quale, la freccia si stacca e va verso il bersaglio.
Il miglior rest è quello che provoca il minor attrito tra esso e la freccia e la minor deviazione nel caso in cui tocchino le alette.
Bottone di pressione
è un sistema di ammortizzazione che consente di adattare la flessibilità della freccia all'effettiva forza (libbraggio o peso di trazione) dell'arco, correggendone la traiettoria.

Freccia
La scelta della propria freccia ideale richiede molta cura, infatti deve essere scelta in base alle proprie esigenze e al proprio arco.
Tutte le frecce hanno gli stessi componenti: punta, asta, alette e cocca; possono solo essere di vari materiali: legno, alluminio, fibra di carbonio o le più performanti alluminio e carbonio insieme (ACE e ACC).
Le frecce in alluminio sono le più diffuse e consigliabili per iniziare, perché assorbono rapidamente le vibrazioni trasversali causate dal rilascio e dalla forza dell'arco.
Quelle in carbonio e alluminio-carbonio offrono grandi vantaggi di robustezza e leggerezza, danno infatti una maggiore velocità a parità di libbre con le precedenti, sono infatti teoricamente indeformabili e molto più sottili di quelle in alluminio.

Dragona
La dragona (o "dragonne") è un cordino che lega la mano dell'arciere al riser in modo da impedire all'arco di cadere durante l'azione e poter tenere la mano il più rilassata possibile quando si tira evitando in questo modo di imprimere interferenze alla freccia.

Patelletta
La patelletta (o tab) è composta da diversi strati di pelle, cuoio o materiali sintetici. Serve per proteggere le tre dita che tirano la corda dalle abrasioni e dalle microfratture che sono causate dal rilascio.

Sgancio meccanico
Lo sgancio meccanico è un accessorio per l'arco compound, utilizzato per rilasciare la corda, le dita dell'arciere non toccano la corda e si eliminano quasi del tutto le possibili interferenze di un rilascio manuale.

Faretra
La faretra è il contenitore delle frecce da scoccare. Ne esistono tantissimi differenti tipi, di cuoio, di plastica e in tessuto e altri materiali, da schiena o da fianco ed anche da applicare all'arco stesso.

Mirino
Il mirino costituisce un sistema di puntamento, regolato a discrezione dell'arciere, a seconda della distanza del bersaglio o delle condizioni di luce e climatiche (per tener conto della direzione e dell'intensità del vento).

Clicker
Il clicker è una linguetta metallica impiegata nell'arco olimpico che funziona da "motivatore di sgancio e di allungo", cioè scatta quando nel tendere l'arco si è raggiunta tutta la lunghezza possibile della freccia, garantendo all'arciere un allungo costante. Il suo nome deriva dal "click" che produce quando la punta della freccia esce dalla linguetta metallica e di conseguenza la linguetta scatta indietro, appena prima dello scocco della freccia.

Stabilizzatore
Lo stabilizzatore è un'asta, in genere di alluminio o carbonio, che serve a limitare le oscillazioni dell'arco in fase di scocco della freccia.

Brace height
Con la parola brace height si intende la distanza tra la corda e l'arco, misurata dal punto di pressione della mano sull'impugnatura (punto di pivot) con i 90° sulla corda.
La lunghezza di questa distanza agisce direttamente sulla potenza dell'arco e di conseguenza sulla reazione della freccia, la rende infatti più o meno rigida.
Se questa distanza diminuisce, aumenta la velocità della freccia e quindi l'asta risulta più morbida; mentre se questa aumenta, diminuisce la velocità e l'asta diventa più rigida, in questo caso generalmente migliora anche il rilascio.

Tiller
Con la parola tiller, si intende il bilanciamento dei flettenti, la sua regolazione è rivolta alla messa a punto del sistema arco-arciere.
Tiller statico: è la forza applicata alla corda durante la trazione e si regola variando l'angolo dei flettenti. Il valore per il tiller raccomandato varia in genere tra 1/8 e 1/4 di pollice. Si misura la distanza fra la corda e i flettenti ( nel punto in cui si innestano nel riser, ad angolo retto rispetto alla corda). In genere il flettente inferiore è 1/8" più vicino alla corda di quello superiore.